Intervista a Teresa Langella: “Ho pensato che Andrea potesse essere il padre dei miei figli”

teresa langella

Teresa Langella è sicuramente amareggiata da quanto successo e nonostante tutto non riesce a capacitarsi di quanto accaduto.

Molteplici le manifestazioni di affetto e solidarietà da parte dei volti noti del programma come Gianni Sperti, Giulia De Lellis e Gemma.

Teresa si è raccontata ai microfoni del magazine di Uomini e Donne dichiarandosi incredula per quanto successo e soprattutto pensava che Andrea potesse essere il padre dei suoi figli.

Ma vediamo nel dettaglio cosa ha dichiarato la tronista napoletana nell’intervista al magazine di Uomini e Donne, come riportato dal “Vicolo delle News”:

“D: Teresa come si sente?”

“Spaesata. Non è stata una doccia fredda, piuttosto oserei dire ghiacciata. Mi sento persa e quello che è successo lo considero un fallimento. Gli ho creduto e ho creduto in noi. Oggi faccio fatica a pensare che sia tutto finto. Mi farebbe troppo male perchè ho provato qualcosa e sentivo che tra noi c’era della verità. Probabilmente ero solo io a vivere delle emozioni. Ed è questa la triste realtà”.

“D: Quando ha realizzato che lui non sarebbe arrivato?”

“Fino al momento della tenda ho pensato che, prima o poi, si sarebbe presentato. Persino quando si è chiusa la prima volta ho creduto che sarebbe spuntato fuori. Avevo speranza. Poi è arrivato il biglietto e ho capito che ci fosse dietro lui. Mi chiedo quando abbia cambiato idea. L’unica cosa certa è che non è stato mio padre a condizionarlo. Avevamo parlato già tante volte nelle nostre esterne dei progetti futuri, della voglia di creare una famiglia. Evidentemente a volte esistono delle persone che solo per il gusto di vincere arrivano a tutto”.

“D: Come si immaginava il lieto fine?”

“Non mi vergogno a dirlo, perchè io sono così, ma ho pensato che lui potesse essere il padre dei miei figli. Tutto da confermare qualora fossimo usciti insieme. Ho creduto in me e in lui, in quello che eravamo. Sembravamo così belli insieme, soprattutto nelle differenze, ma come mi suggeriscono i miei genitori, devo togliermi il vizio di metterci il cuore”.

“D: Di Antonio Moriconi cosa pensa?”

“Merita una persona migliore di quello che sono io. E’ leale, genuino, vero. La persona più pura che abbia mai incontrato. E’ un ragazzo raro, con lui, però, non mi sentivo donna”.

“D: E ora?”

“Riparto da me. Le prime notti mi svegliavo e credevo di aver fatto solo un brutto sogno. Aprivo gli occhi pensando di non aver fatto ancora la scelta.  Adesso sto pensando di ripartire dalle piccole cose. Ho il supporto di tutta la mia famiglia: un esercito a mia disposizione. Al momento preferisco stare in casa. Non voglio sentire i commenti delle persone o sentirmi dire che avrei dovuto aprire gli occhi. Una cosa è certa: non diventeròuna ragazza insicura per quello che è accaduto, devo continuare a fidarmi delle mie sensazioni e non voglio avere come pensiero fisso quello di aver voluto bene ad una persona probabilmente irreale. Sicuramente, ad oggi, credo di dovermi affidare di più al sesto senso femminile”.

Voi che ne pensate?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *